Catalogna: ecco cosa è successo dopo l’anniversario 1-O del referendum

Protesta Barcellona 1-O
Le ultime notizie dalla Catalogna: rottura nel fronte indipendentista?

Si arriva così all’attualità di questa settimana. In queste ore, la notizia che tiene banco è che i vari partiti indipendentisti catalani, attualmente al governo, sono andati in minoranza su una serie di voti chiave nel Parlamento regionale. Al centro della sessione, c’era anche un richiamo al “diritto all’autodeterminazione” della regione. Si tratta di un rottura significativa perché è la prima dall’insediamento dell’attuale governo e della gestione di Torra.

Manifestanti a Barcellona, 1-O

Il Primo ministro spagnolo, Sanchez si è detto soddisfatto del processo di fragmentazione in corso perché lo reputa una conseguenza della politica di distensione. Attualmente non è però chiaro che effetti avrà quanto accaduto. Da un lato potrebbe portare a nuove elezioni in Catalogna, dall’altro, potrebbe trattarsi di un semplice errore di percorso.

El bloque independentista se rompe y se queda en minoría en el Parlament - El Pais

La crisis entre JxCat y ERC impide que el Parlament reafirme la independencia y repruebe al rey - El Diario

El Gobierno de Pedro Sánchez, satisfecho con la ruptura en el independentismo - El Diario

Katalonien: Separatisten verlieren Parlamentsmehrheit - Der Spiegel

Di fronte ai recenti sviluppi, il neo-eletto leader del Partito popolare (conservatori), Pablo Casado, ha invitato Ciudadanos a proporre una mozione di sfiducia contro il governo catalano nel Parlamento regionale. Ma la formazione di Rivera, la quale ha ottenuto la maggioranza relativa di voti alle scorse elezioni catalane, si è detta scettica a riguardo. Se è vero che gli indipendentisti vivono sul filo della maggioranza, lo stesso varrebbe infatti per il fronte “costituzionalista” (contarario a un processo di indipendenza dalla Spagna), in caso dovesse formare un governo alternativo.

Pablo Casado exige a Ciudadanos que presente una moción de censura en Cataluña - El Pais

Crediti fotografici Flickr: Fotomovimiento

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *